Pinella, 30 anni e 2 figlie nate con parto naturale

Mi chiamo Giuseppina, ma molti mi chiamano Pinella, ho 30 anni e vivo a Reggio Calabria. Da quando avevo 6 anni ho avuto problemi con la colonna vertebrale. Mi è stata diagnosticata una grave scoliosi idiopatica e inizialmente i medici hanno provato a correggere la situazione con il busto ortopedico.

Non era facile per me portarlo 24h su 24h e toglierlo solo per la doccia, a scuola i compagni non capivano e molte volte sono stata messa da parte. Crescendo la situazione non è migliorata e col busto non ero riuscita ad ottenere i risultati che i medici speravano. A 11 anni la situazione era diventata troppo grave, un polmone era compromesso dalla colonna vertebrale, avevo la cosiddetta gobba, e un fianco era completamente più alto dell’altro. Ero piccola, ma ero cosciente della trasformazione che il mio corpo stava subendo, così mio padre, un medico, ha deciso di portarmi a Torino dove abbiamo trovato una splendida e preparata équipe di medici, persone umili e dal cuore grande, che sono riuscite a trasmettermi sicurezza e tranquillità. Era Novembre del 1996 e la mia colonna aveva raggiunto i 117° di scoliosi con una doppia curva, ci hanno spiegato molto bene l’intervento e l’iter preparatorio. Non so come spiegarlo, ma il Signore mi diede una tranquillità incredibile per i miei 12 anni, “sentivo” che tutto sarebbe andato bene e avevo totale fiducia nelle grandi mani del medico che avevo di fronte. A Gennaio 1997 è cominciata la mia “partita”…. Ricordo ancora che mi sembrava strano aver lasciato la mia sorellina più piccola a casa con una zia e sapevo che l’avrei rivista solo dopo 4 mesi. Cominciarono i vari esami e i prelievi delle sacche di sangue per il post-intervento, e a Febbraio mi hanno messo in trazione con l’Halo, uno strumento particolare, che ricordo ancora, chiodi, gesso, bacchette… ma questa era la preparazione. Due interventi a distanza di 10 giorni, lunghe le ore di attesa per i miei genitori, ma tutto è andato come Dio aveva stabilito, perfettamente.

Ho dentro di me un artrodesi vertebrale in titanio che prende quasi tutta la colonna, ma questo è per me motivo di gioia, non ho più la gobba e i miei fianchi sono perfetti, ho qualche difficoltà fisica e qualche dolore che mi accompagnerà per il resto della mia vita, ma tutto ciò non mi ha impedito di potermi formare una famiglia: sono felicemente sposata da 7 anni e ho 2 meravigliose bambine, una di 6 e l’altra di 14 mesi, avute entrambe con parto naturale! Il Signore ha dato un grande dono a questi medici, e loro lo hanno messo in pratica, molte volte non sappiamo il perché della sofferenza, delle difficoltà, ma di sicuro la mano di Dio c’è sempre, anche nelle cose che apparentemente non capiamo.
Molti mi chiedono “ma se potessi tornare indietro di 18 anni rifaresti tutto?” e la mia risposta è un SI’ convinto, perché altrimenti non sarei qui a raccontarvi la mia storia.